[Vai al contenuto principale]
  • Via Lenticchia, 39 22100 Como
  • Lun - Gio, 9:30-12:00
  • +39 031 4141046
  • comunicazione@bdscomo.it
  • Seguici

Donalaspesa Smart


REGALATI UN GESTO DI CARITÀ

Dona la Spesa - Banco di Solidarietà di Como

Sostieni “Donalaspesa Smart” per donare aiuti alimentari alle famiglie fragili della provincia

Stiamo continuando a vivere un periodo di crisi economica e sociale.

Tante persone hanno visto ridursi la loro capacità di sostenersi, a causa della perdita o riduzione del lavoro. Moltissime famiglie continuano a vivere un periodo di grande difficoltà. Ci sono famiglie che fino a ieri riuscivano ad arrivare “alla fine del mese” ma ora sono in difficoltà, ci sono altre famiglie che invece in difficoltà lo erano già prima e ora vedono la loro situazione aggravarsi. Persone che non hanno soldi per fare la spesa e nutrire la propria famiglia.

Perché il Paese e la nostra comunità ripartano, occorre che insieme ci attiviamo e ci prendiamo un impegno, anche minimo, simbolico, a favore della ripartenza di tutti. E questo impegno può riguardare proprio l’aiutare una famiglia che non riesce attualmente a sostenersi.

In che modo? E’ molto semplice! Aiutandole ad avere almeno generi alimentari di prima necessità, facendo la spesa “insieme” con Donalaspesa!

Ogni anno, il Banco di Solidarietà di Como organizza delle raccolte di alimenti presso supermercati, aziende, parrocchie scuole: si tratta del progetto “Donalaspesa”. Vorremmo che questa raccolta continuasse a svolgersi, anche se in maniera un po’ diversa, facendoci una donazione online.

Per questo, abbiamo pensato ad un “Donalaspesa smart”: con una donazione potrai confezionare un “pacco viveri virtuale” che andrà a contribuire alla missione del Banco, permettendoci di donare i prodotti che più servono per farlo andare avanti e dare un pasto alle famiglie bisognose.

Puoi scegliere tra:

  • 10€ per un pacco SEMPLICE: fabbisogno settimanale di pasta+latte+olio
  • 25€ per un pacco COMPLETO: fabbisogno settimanale di pasta+latte+olio+tonno+latte+biscotti
  • 50€ per un pacco FAMIGLIA: fabbisogno settimanale x 2 di pasta+latte+olio+tonno+latte+biscotti
  • 100€ per un pacco MENSILE: fabbisogno mensile di pasta+latte+olio+tonno+latte+biscotti

Grazie!

Per donare:


Paga con Bonifico o Assegno Bancario

Versamento con Bonifico Bancario

Intestato a: Banco di Solidarietà di Como – Onlus
BANCA CREDITO COOPERATIVO – CRA CANTÙ
IBAN: IT 48 F 08430 10900 000000263469

Assegno Bancario non trasferibile

Rendi l’assegno esigibile per “Banco di Solidarietà di Como”.
Nelle note dell’assegno specifica che la donazione è per “Banco di Solidarietà di Como”.
Consegna/spedisci l’assegno a:
Banco di Solidarietà di Como – Onlus
Via Lenticchia, 39 22100 Como

N.B. Se preferisci donare attraverso versamento postale o bonifico bancario, per favore indica come causale “aiuti per profughi guerra”.
Poi, se vuoi, manda un’e-mail con i tuoi dati a comunicazione@bdscomo.it per avere conferma della avvenuta ricezione della donazione e per essere aggiornato in merito alla attività del Banco!


Agevolazioni fiscali

La nostra Associazione è una Onlus e, pertanto, le donazioni fatte a suo favore possono godere dei benefici fiscali. Le agevolazioni fiscali sono regolamentate dal DPR 917/86 e migliorate dal recente CTS – Codice del Terzo Settore. È indispensabile conservare la ricevuta del versamento effettuato (bonifico, bollettino postale, carta di credito, assegno non trasferibile).

Sono consentite, in alternativa, le seguenti agevolazioni:

Persone fisiche
  • Detrazione dall’IRPEF del 35% (prima 26%) dell’importo donato fino a € 30.000 (D.P.R. 917/86)
  • Deduzione dal REDDITO dell’importo donato max 10% del reddito dichiarato e, comunque, nella misura massima di € 70.000 (D.L. 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005).
Persone giuridiche
  • Deduzione dal REDDITO d’impresa dell’importo donato max 2% del reddito dichiarato e, comunque, nella misura massima di € 30.000 (D.P.R. 917/86),
  • Deduzione dal REDDITO d’impresa dell’importo donato max 10% del reddito dichiarato e, comunque, nella misura massima di € 70.000 (D.L. 35/05 convertito in Legge n. 80 del 14/05/2005).